PYGOYA'S 
CARTELLA CORPORATIVA DI ARTE

preparato per Alex Alexander & soci

 

Maggio 1, intervista 2003 di Pygoya da Alex Alexander

 


 

Alex: Siete il primo artista digitale dell'Hawai? Quando voi iniziano e che cosa è stato il vostro processo digitale sopra le decadi di esperimento?

Pygoya: Sono il primo artista digitale da esibire in Hawai. Larry Lovett, anche un artista, portato ad Honolulu il primo sistema professionale dei grafici di calcolatore in 1984. Ho pagato tempo ed assistenza dell'utente alla sua ditta dei soci di Digital da 1985-86. Larry più successivamente ha unito le esposizioni che ho organizzato come un proprietario e direttore della galleria. In 1986 ho comprato il Amiga 1000 ed ho cominciato generare sul mio proprio sistema.

Dall'otten vado ho desiderato generare il linguaggio figurato sul pc che altri considererebbero come "l'arte fine" o semplicemente "l'arte," anziché soltanto i grafici di calcolatore del giorno. Essendo fortuito cominciare all'inizio della rivoluzione del pc, il mio lavoro registra storicamente non appena uno "sforzi" dell'artista serio svilupparsi nel nuovo mezzo con esperienza e progresso tecnologico, ma inoltre documenta le alimentazioni grafiche dei personal computer dal 1985. Lungo il senso le sfide sono cambiato parallelamente capienza tecnologica.

Per esempio, sono stato incuriosito nel mio "Pixelism" 'nel 80s, intenzionalmente ingrandendo visivamente il pixel elettronico come elemento intrinseco del mezzo, anziché i critici simili, deploranti la risoluzione bassa e la gamma di colori elettronica limitata poichè i motivi per giustificare l'immagine digitale non è "l'arte." Invece, la sfida immediata doveva utilizzare tali attrezzi grafici parsimonious ed ancora trasformare le marcature del video nell'arte fine convincente. Un nuovo Ph.D. nell'arte della psicologia (1980) mi ha dato gli attrezzi e l'assicurazione di auto per affermare che che cosa ho prodotto ed esibito era effettivamente l'arte fine. Era un crusade lungo con i mezzi - giornali, scomparti, televisione - per cambiare l'atteggiamento pubblico nei confronti "dell'arte del calcolatore." Lungo il senso relished l'occasione essere il ricercatore, sempre tentando di giudicare gli atteggiamenti e le reazioni pubblici ed istituzionali al mio lavoro.

Era un jaunt rapido da 16 colori a 16.2 milioni che per me hanno ritenuto rapidamente come sovraccarico cromatico. Il mezzo ancora è danneggiato oggi tramite il lavoro intensamente luminoso e gaudy dei lavoratori digitali meno seasoned. Con gli anni, la mia gamma di colori favorita delle tonalità ha diminuito di nuovo ad un nucleo dei toni earthly, ritenente abbastanza nel paese nei dominii neri, marroni e grigi, spettrali.

Ci erano periodi indulgenti anche, come il tempo che ho sperimentato con gli artisti del collega come "stampatori umani" per produrre le grandi pitture dai disegni originali del video. Allora ci era il mansion che ho costruito che ha fornito più di un ambiance del museo per "il Cyberpaintings" (ha avuto 40 luci messe della pista) che esso ho funzionato come residenza cozy per la famiglia.

Alex: Che cosa la vostra gamma di colori digitale assomiglia a ora?

Pygoya: I colori non sono intensi quanto quando in primo luogo ho cominciato fuori con tali scelte limitate. Ma anche con più che tendo a preferire i toni muted, downplaying l'intensità dei colori luminosi e saturati per la messa in evidenza degli altri elementi visivi più interessanti a me quale quindi riflettono chi sono, come quelli che inducono l'ambiguità, la complessità ed il paradosso. Penso ai colori luminosi come condimento piccante in mie composizioni; il overuse è distasteful a me a questo periodo della mia vita. Anche può essere una reazione eccessiva alle decadi del bombardamento dei fotoni fosforosi di irradiamento nelle mie retine. Ci ora è una tendenza naturale cercare soothing se non anche meno colori abbaglianti, non diverso del funzionamento con i pigmenti opachi del pittore. Le tonalità scure e le tonalità inoltre aiutano nella generazione dell'illusione di profondità ed ancor più una volta contrapposte contro alta saturazione e gli accenti caldi più luminosi, quali colore rosso ed il colore giallo.

Alex: Come pensate l'arte digitale osserverete in una regolazione corporativa?

Pygoya: Provo a generare un equilibrio del ying-yang nella maggior parte dei impianti fra il mezzo fisico (grafici di calcolatore, formazione immagine con luce) ed il miei addestramento in e sensibilità verso le pitture reali. Ho guadagnato i padroni nella pittura ed in illustrazione e mai non avevo perso l'affinità per i pigmenti naturali a terra e l'apprezzamento di struttura, quali il tessuto di tela di canapa e la fibra delle carte asiatiche da watercolor. Inoltre ho avuto courtships con la scultura, i mezzi della miscela, la fotographia e la ceramica bronze. A questo giorno tutto questo ritrovamento di esperienza precedente il loro senso e posto all'interno della mia arte digitale.

Ora immagini questo potpourri degli effetti visivi fatti uno strato di all'interno del mezzo digitale. Sulla parete corporativa resounds con le tradizioni di che cosa l'arte è stata, ma ora, allo stesso tempo, là è la freschezza di un mezzo sopportato dell'età delle informazioni. Fa la società sembrare bordo contemporaneo e principale nella relativa selezione di come la visualizza è gusto, la relativa scelta dell'identità all'interno del contesto culturale attuale. Per l'azienda di alta tecnologia ci è integrazione senza giunte fra i relativi prodotti e servizi e la relativa identità con i manufatti culturali che emergono dalle origini tecnologiche simili. Tuttavia inoltre seleziono per rendere i miei impianti più facili accettare e perfino goduto per coloro che odia la tecnologia e preferisco oltre l'antichità. Vedo il mio lavoro come ponticello fra due mondi, ere cambianti, che le società possono adottare per marcarsi a caldo simultaneamente come sostenitori di tradizione così come i patroni delle forme d'emersione dell'arte contemporanea. Aggiunga la scala dei murals e l'alimentazione, il successo e lo sviluppo illimitato sono collegati con il persona pubblico della società. Il formato conta ed aiuta nel marcare a caldo l'azienda come giocatore importante all'interno della relativa industria specifica.

Alex: Che cosa è la vostra capacità di generare gli impianti di ampio formato stati necessari per le grandi pareti, quali gli ingressi dell'hotel e corporativi?

Pygoya: Posso fornire tutto il lavoro di formato da una progettazione dell'immagine del video! Ciò mi dà la flessibilità di scaling illimitato non appena nel formato fisico degli impianti ma anche nella valutazione. Offro le stampe limitate del getto di inchiostro dell'edizione di qualità archivistica, come pure passo le pitture di olio eseguite su tela di canapa che sono formato del mural. Per produrre un grande mural, ad esempio 15'x10 ', con la riproduzione fedele dei fastidi del particolare dell'immagine digitale, occorrerebbe tutto il mio tempo, almeno un anno completo per l'immagine. Così collaboro con i pittori matrici per tali grandi progetti della commissione, rimanenti sempre in carica, nel controllo del processo, assicurando la qualità. Personalmente la ricompensa non è così tanto i soldi ma la soddisfazione di lust per vedere la mia visione sopportata dal fiore chiaro intelligente in piena fioritura, ad un formato che sopraffa, si domina, una stanza una volta sterile e mundane prima di installazione dell'illustrazione monumental.

Alex: Come artista, che cosa li accende?

Pygoya: Oltre al formato? La sensibilità di Hmm- gradisce un mago che può realmente generare la magia di rendere percettibile così come definito, collectibles di arte derivati dallo spettro effimero di luce. Che cosa inoltre lo accende deve rendersi conto che il successo dei miei dabblings digitali richiede la stessa immaginazione ed apre la mente come quando ero un ragazzo che si trova sul prato, cercando l'oggetto naturale modella in nubi, metamorphosing durante il loro viaggio attraverso il cielo. A questo giorno excitedly anticipo affinchè le forme emerga dagli ordini sequenziali che guidano il software per trasformare  il colore, la figura e l'espressione. Allora ci è l'attributo dato dio di mine di essere abbastanza il eccentric, quindi permettendomi di girarsi sopra non appena verso l'arte fine ma altre funzioni di vita, come realizzare la terapia dentale, ballare del disco, scrivente, funzionamento di marathon, persino flirting con le signore. Tutta la scanalatura in un senso al suolo di adempimento di una vita meravigliosa, contrassegnato dalla realizzazione definita e dalla soddisfazione personale. Sono un artista "felice" - ma non danneggia il mio lavoro!

Alex: Siete andato per esempio, dal documento del disco (dentista) all'artista di Digital?

Pygoya: Potreste dire che ero sempre il ribelle, il troublemaker, il fratello germano impetulant della famiglia. Così era facile da ricambiare lo status quo ed il buonsenso e guasto professionale di rischio cammuffando la mia stanza dentale di ricezione della clinica come discotheque, completo con le luci di filatura, la musica forte e una puleggia tenditrice di disc assunta reale. Dopo la sopravvivenza la critica ed il sensazionale di essere il documento del disco del renown, era minaccia personale grande per gettare via le spazzole e per dichiarare il mio gioco sul calcolatore come "arte." Il mezzo ha fornito a questo ribelle una causa, che a questo giorno come rivelatore attraverso la rete del Internet, è un giro globale nelle arti ancora da risolvere.  Gli storici di domani dovrebbero ottenergli la destra, ora essendo svezzando all'interno del cyberculture digitale pandemic.

Alex: Che cosa è il vostro obiettivo? È che la vostra arte è immortal e trova il loro spazio di sosta finale all'interno dei musei?

Pygoya: Il mio obiettivo da continuare a rendere arte finchè vivo, con il calcolatore. Sì, corrisposto per vita.  Posso sperare soltanto che mi ricordi di per il lavoro che ho fatto nell'aiutare il mezzo in respectability consensual come forma di arte significativa coltivata da cyberculture dell'età di Digital, ora avendo uova il Internet. Se sono personalmente remembered "ain't no big thing." Like any other artist, it matters that my work be considered relevant. Most importantly, I leave behind a collection that keeps my feelings and expressions alive as a working artist of my time.

 

German translation, courtesy of Ingrid Kamerbeek, public relations for the artist, Europe


 

About the artist
Portrait of the Artist

Works Available

 

Back to Alex Alexander & Associate's www.corporate-art-consultant.com