SALUTI DAL CURATORE DELLA MOSTRA

 



     Da parte del Centro Culturale delle Hawai’i dell'Est mando un cordiale
ALOHA!a tutti coloro che visitano questa mostra, tanto al museo dove
sono le stampe incorniciate quanto in Rete dove le immagini originali
digitali si trovano in un catalogo permanentemente online.

     Tramite il compito di scrutinare Internet per accedere all’arte
digitale, la mostra acquisto’ la sua forma con la cooperazione del
talento digitale di 24 artisti invitati. Questa mostra all’alba del 2002
fornisce un aggiornato boccaporto per esaminare alcuni dei diversi
lavori di arte digitale che proliferano in Rete. E perche’ questo? Per
cominciare, e’ il modo meno costoso con cui un artista possa esporre la
propria espressione personale sulla scena del mondo. La serie dei lavori
e’ testimone dei risultati artistici possibili che scaturiscono da una
fonte comune di strumenti grafici che sono a disposizione in commercio.

     Guardando la mostra ci si accorgera’ di quanto progresso sia stato fatto
dagli inizi del computer personale degli anni sessanta. Aparte questa
dimostrazione della maturita’ dei mezzi digitali, un criterio per la
selezione include lo scopo della mostra di cogliere un certo senso delle
culture locali, un senso della natura sviluppato con mezzi digitali,
qualche lavoro che ci rifletta, e l’armonia dell’astratto - la base
fondamentale della buona composizione formale.

     Non si puo’ evitare di trovare opere che si riferiscono ai tragici
eventi dell’11 settembre, 2001. E’ nella natura stessa dell’artista di
reagire a cose ed eventi che lo circondano. Alcuni di questi lavori sono
inclusi.

     Lo scopo principale di questa mostra in uno spazio fisico e’ quello di
fornire alcuni esempi di opere stimolanti che siano testimoni della
“ciberarte “ - arte che esiste solo in Intenet, e quindi propria della
“cibercultura” online. Nei parametri di questo spazio, si misura il
successo anche attraverso la reazione degli spettatori all’immagine
digitale come non diversa da qualsiasi altro mezzo artistico. Malgrado i
lavori incorniciati siano “riproduzioni” dei lavori digitali online,
essi promuovono l’interesse pubblico nel contesto dell’ambiente di una
mostra formale in un museo.

     Per coloro che non “navigano in Rete”, puo’ essere che questa mostra li
spinga ad andare online e seguire gli sviluppi di questo eccitante e
nuovo mezzo artistico. Per lo meno, andate online e collegatevi
all’indirizzo internet del catalogo della mostra per ritornare a vederla
in qualsiasi momento. Ritornate alla homepage del Centro per ottenere
informazioni sulla Mostra Internazionale di Ciberarte 2003 del Centro
Culturale delle Hawai’s dellEst, che e’ ora la piu’ importante
istituzione che offra il mondo dell’arte digitale di alta qualita’
all’attenzione
degli abitanti delle Hawai’i e di coloro che visitano quest’isola
paradiso.


     Colgo anche l’occasione per esprimere la mia stima e i miei
ringraziamenti al Centro Culturale delle Hawai’i dell’Est e al suo
visionario leader, il presidente Dr. Sudha Achar, per l’appoggio dato
nel fornire alla comunita’ mondiale dell’arte digitale uno spazio di
museo formale per esporre annualmente la nostra “ciberarte”.



Rodney Chang, M.A., MS.ED, Ph.D.
Curator of cyberart exhibition for EHCC
Director, Truly Virtual Web Art Museum
www.lastplace.com